Confidando nel bel tempo e nella clemenza delle condizioni meteorologiche, il passaggio aereo avverrà presumibilmente tra le ore 12.15 e le 12.30 e sarà il momento clou del'inaugurazione della nuova terrazza panoramica della Marmolada di Punta Rocca. Con i suoi 3265 m di altitudine la terrazza diventerà il punto panoramico più alto delle Dolomiti, facilmente accessibile (grazie alla funivia e all'ascensore) da tutti comprese le persone diversamente abili. Per motivi logistici l'inaugurazione è riservata solo a un numero ristretto di ospiti in rappresentanza delle autorità, delle istituzioni e della stampa ma nel primo pomeriggio già a partire dalle ore 14.00 la funivia riaprirà normalmente anche al pubblico che potrà così salire fino a Punta Rocca e godere dalla nuova terrazza dello straordinario panorama che si affaccia a 360° sulle Dolomiti elette dall'Unesco monumento naturale patrimonio dell'umanità.

Tutti coloro che saranno in zona per una passeggiata o un escursione in montagna alzando lo sguardo al cielo potranno però godersi lo spettacolo aereo che culminerà con un "passaggio tricolore" sopra la Regina delle Dolomiti. Un'iniziativa voluta dalla Società Marmolada S.p.A. sia per inaugurare nel migliore dei modi questa nuova terrazza ma anche per celebrare con il tricolore la Marmolada, montagna sacra alla patria, nell'anniversario dei 150 anni dell'Unità d'Italia. "L'iniziativa - spiega Mario Vascellari, Presidente della società Marmolada S.p.A. - voluta per festeggiare l'inaugurazione della terrazza, allo stesso tempo vuole essere anche un momento per celebrare questa montagna che ha visto scrivere sulla sua roccia e il suo ghiaccio pagine importanti della storia d'Italia".

Le "aquile d'acciaio" che daranno vita allo spettacolo sono i piloti della AIPM Associazione Italiana Piloti di Montagna, tutti abilitati al volo e all'atterraggio in alta montagna, composta da appassionati di volo e ex piloti militari di grande esperienza, che fanno base all'aeroporto G.Caproni di Trento. AIPM che proprio quest'anno festeggia i 25 anni di attività e che assieme ai colleghi di Austria, Francia, Germania, Svizzera e Spagna fa parte della Federazione Europea Piloti di Montagna.