Sabato 30 luglio a Challand-Saint-Anselme rivive la "Veillà", accampagnata da una suggestiva rappresentazione. Per una sera, i suoi abitanti rievocano i costumi del passato: nell'antico borgo vengono riproposti dal vivo i vecchi mestieri legati all'agricoltura (la lavorazione della fontina, la battitura del grano, l'allevamento delle pecore e la lavorazione della lana), all'artigianato (la battitura del ferro, i segantini, le sarte), alla vita sociale (le lavandaie e il bucato alla fontana, i giocatori alla morra, i contrabbandieri, gli spazzacamini, la maestra e gli scolari).
 
Non mancano poi varie degustazioni di piatti tipici d'antan (pane nero, raffermo, imbevuto nel vino), caffè e vini valdostani. E poi ancora: tanta musica tradizionale dal vivo!