Partendo dal centro cittadino, a piedi o comodamente seduti sul nuovo BoBus, si raggiungono in pochi minuti le stazioni a valle delle tre funivie e, in altrettanti pochi minuti, ci si trova in montagna, nei luoghi più amati dai bolzanini.

Per chi decide di salire sul Colle sarà come fare un tuffo nel passato. Si tratta infatti della più vecchia funivia al mondo per il trasporto di persone, ideata grazie alla perspicacia di un oste, Josef Staffler, e inaugurata il 29 giugno 1908 (una copia dei vagoncini originali fa ancora bella mostra di sé e accoglie i viaggiatori appena scesi alla stazione a monte). Il Colle è uno dei polmoni verdi di Bolzano: una riserva naturale con boschi e panorami mozzafiato all'interno dei confini cittadini. Meta ideale per passeggiate in famiglia, offre anche percorsi più impegnativi per gli escursionisti maggiormente allenati lungo il sentiero Europeo E5 ed emozioni da brivido per gli appassionati di mountain bike. A chi cerca poi un momento conviviale ricordiamo che sul Colle si tiene la tradizionale Sagra di Ferragosto.

Letteralmente baciato dal sole e famoso per i suoi cavalli di razza avelignese che lo popolano numerosi c'è il caratteristico centro di San Genesio. A 1080 metri di altezza, con vista sullo Sciliar e il Rosengarten, offre 69 chilometri quadrati di verde e sentieri percorribili davvero in lungo e in largo. Il paese si trova ai margini dell'altopiano del Salto (dal latino Saltus, cioè bosco) ed è partenza ideale per chi ama le escursioni a piedi, in bike e a cavallo. Ricca di folclore, poi, il 18 settembre, è in programma la "Festa delle malghe" con pietanze tipicamente sudtirolesi e musica tradizionale dal vivo.

Last but non least ecco il Renon, da qualcuno definito la Riviera delle Dolomiti, vista la gran quantità di ore di sole di cui si gode anche in questo caso durante tutto l'anno. Particolarità della zona le piramidi di terra. E poi il paesaggio costellato di masi, sentieri e il caratteristico trenino elettrico che collega Soprabolzano con Collalbo e che sembra letteralmente uscito da un libro di storia. Sul fronte degli eventi da non perdere, infine, la tradizionale Festa della Transumanza in programma il 24 agosto, giorno di San Bartolomeo, quando si possono ammirare tutte le bestie che scendono dagli alpeggi; in più musica dal vivo e degustazioni di specialità enogastronomiche.

Info: www.bolzano-bozen.it