Si stima che nella stessa provincia la neve sia scesa sulle cime dai 1300 mt in su, con quote neve tra 20 e 50 cm a 2000 mt e 80 cm sulle cime dei 3000 mt. A Livigno ad esempio sono scesi 10 cm di neve e le temperature sono state prossime allo zero, mentre Passo Stelvio si è avvicinato ai 10° sotto zero. Una leggera spolverata l'hanno ricevuta anche le località sciistiche di Santa Caterina Valfurva e Bormio, anche se la neve di queste ore sparirà presto, in attesa dell'inizio della stagione, quando precipitazioni e temperature, si spera, saranno favorevoli per impiantisti e sciatori. Intanto anche in Alto Adige, da quota 1500 mt circa, la neve ha fatto capolino, in particolare nelle zone della Val Pusteria, Valle Aurina, Val di Fassa e Fiemme, con più di 10 cm sulle cime oltre i 2000 mt.

In rete queste nevicate settembrine hanno innescato le prime previsioni sull'inverno 2011-12 che, basandosi sulle passate tendenze stagionali e dati statistici, si preannuncia molto freddo e ricco di perturbazioni anche a bassa quota a partire da novembre. Ovviamente gli esperti non si sbilanciano, consci del fatto che tutto può ancora cambiare, soprattutto se si tratta di meteo! Agli appassionati di sci e snowboard come noi non resta che sperare in un inverno come quello a cavallo tra il 2008 e il 2009, che era riuscito a conquistare il titolo di stagione più nevosa degli ultimi 50 anni, come documenta la foto in alto!