I fenomeni più insistenti sono previsti tra giovedì notte/venerdì mattina e nel pomeriggio di domenica. Le valli del Piemonte e la Liguria saranno tra le zone più a rischio e in cui si raccomanda la massima attenzione. Le precipitazioni nevose si assesteranno comunque a quote alte, intorno ai 2000 mt sia su Nord-Ovest che sulle Alpi centrali, con accumuli che andranno dai 10 ai 30 cm nei tre giorni interessati dalla perturbazione. Unica eccezione sarà la Valle d'Aosta, dove nevicherà anche a quote più basse, intorno ai 1500 mt.

Se nel Nord Italia e Sud della Francia le precipitazioni, soprattutto piovose, saranno protagoniste del weekend, nel Nord Europa le alte temperature hanno costretto gli organizzatori della Coppa del mondo di sci alpino a Levi, ad annullare lo slalom femminile previsto sabato 12 novembre e quello maschile di domenica 13 novembre. Le previsioni meteorologiche avevano annunciato una corrente di aria fredda in arrivo sulla Finlandia che avrebbe permesso l'uso dei cannoni da neve. Purtroppo questo non si è verificato, per cui la Federazione Internazionale ha dovuto cancellare la tappa. L'eventuale recupero della gara, in una località ancora da definire, è prevista per domenica 6 novembre.