In Italia, nel comprensorio sciistico di Cervinia (aperto da sabato 29 ottobre) sono stati segnalati 80 cm di neve fresca, mentre appena oltre il confine svizzero vicino a Saas Fee, aperto dalla scorsa primavera, sono stati riportati 30 cm di neve domenica e un altri 50 cm lunedì.

Anche sui Pirenei spagnoli, a Formigal, sono caduti 60cm di neve durante il fine settimana. "Durante questo autunno il livello di neve della skiarea è aumentato da 10 a 30 cm a quota 1800 mt", ha detto Jose Luis del Valle, direttore commerciale della località sciistica. "In contemporanea con le recenti nevicate, abbiamo messo in funzione i cannoni da neve in questa zona, in modo da aumentare ulteriormente il livello della neve sulle piste. Possiamo quasi ufficializzare che abbiamo intenzione di aprire il comprensorio il 27 novembre."

Nel frattempo in Nord America il Lake Louise Ski Area e il monte Norquay by Banff, entrambi vicini di Alberta in Canada, hanno riaperto nel fine settimana (sabato 5 novembre) con la promessa, si spera, di un'altra grande stagione. Le due località uniscono Keystone e Copper Mountain nel Colorado, che si ha inaugurato la stagione sciistica venerdì 4 novembre, con ben cinque skiarea aperte.

"Le previsioni parlano di un ripetersi del fenomeno meteorologico chiamato la Niña e ci si aspetta un'altra grande stagione piena di neve", dice Dan Markham, Direttore Marketing della Skiarea Lake Louise.