Montagna e solidarietà per il prossimo 3 marzo. I primi epici 100 anni dello sci a Pontedilegno verranno celebrati abbracciando l'importante causa della protezione dalla violenza dei bambini vittime di guerra. All'appello umanitario lanciato da Terre des Hommes rispondono: Adamello SKI, le quattro Iene, la cantante Alexia e la campionessa mondiale e olimpica di sci nordico Gabriella Paruzzi, che sabato 3 marzo si passeranno il testimone in una maratona di raccolta fondi per la ricostruzione della "Casa del Sole" distrutta nel recente conflitto in Costa d'Avorio.

 

"Ci rivolgiamo a tutti gli appassionati di sci, per invitarli sulle mitiche piste del comprensorio che ha visto nascere gli sport invernali in Italia, con una promessa: non rimarranno delusi!" Luigi Pelazza, Iena nota per la causticità dei suoi servizi, è pronto a piombare sulle piste di Pontedilegno e del Tonale, insieme ai colleghi Giulio Golia, Matteo Viviani e Laura Gauthier, per coinvolgere gli sciatori nelle loro interviste impossibili, che verranno mandate in onda durante lo speciale evento serale di solidarietà. Per tutta la giornata di sabato Adamello Ski devolverà 5 euro per ogni skipass giornaliero venduto al progetto.

 

Alla sera, le celebrazioni per i 100 anni di turismo a Pontedilegno, verranno aperte alle 20 alla partenza della cabinovia dall'oro Gabriella Paruzzi in abito da sciatrice dei primi del Novecento, dando il via alla rievocazione storica degli sport invernali. A seguire concerto esclusivo di ALEXIA a sostegno dell'iniziativa ai piedi delle piste. Lo spettacolo sarà presentato dalle IENE.

 

Durante la serata, l'Associazione Pubblici Esercizi di Pontedilegno offrirà una cena tipica e vin brulé e si potrà donare un contributo che sarà interamente destinato ai bambini della Costa d'Avorio. Un evento molto speciale, reso possibile dalla sensibilità degli artisti che dedicano la giornata all'importante progetto di Terre des Hommes, nella suggestiva atmosfera di Pontedilegno-Tonale con il suo carosello di 100 km di piste.

 

I fondi raccolti verranno destinati alla ricostruzione della CASA DEL SOLE, centro che offre protezione, cure mediche e istruzione ai bambini delle bidonville di Yopougon, distrutta durante l'ultima guerra civile in Costa d'Avorio. Già da venerdì (24 febbraio) sarà possibile lasciare la propria donazione nelle teche di Terre des Hommes, che gli sciatori troveranno nelle biglietterie di Pontedilegno, di Temù e del Passo Tonale.

 

Terre des Hommes da 50 anni è in prima linea per proteggere i bambini di tutto il mondo dalla violenza, dall'abuso e dallo sfruttamento e per assicurare a ogni bambino scuola, educazione informale, cure mediche e cibo.

Attualmente Terre des Hommes è presente in 72 paesi con oltre 1.200 progetti a favore dei bambini. La Fondazione Terre des Hommes Italia fa parte della Terre des Hommes International Federation, lavora in partnership con ECHO ed è accreditata presso l'Unione Europea, l'ONU e il Ministero degli Esteri italiano. Per informazioni: www.terredeshommes.it