Il format del Red Bull Discesa Libera ha visto gli 85 intrepidi partecipanti in cima alla pista correre tutti insieme per circa 50 metri con i soli scarponi ai piedi fino alla partenza, infilare di corsa gli sci, e scendere più velocemente possibile con gli sci ai piedi seguendo il percorso tracciato. Un modo alternativo, quindi, di combinare lo sci alpino con le gare "inferno", usuali anche nel mondo dei motori e nelle mountain bike, che prevedono la partenza in massa dei partecipanti.

Alla fine la vittoria è andata a Jonas Senoner, seguito sul podio da Andrea Segala e Alex Martini.

La seconda tappa si svolgerà a Bardonecchia (TO) il 17 marzo, per iscriversi basta visitare www.redbull.it/discesalibera.