Così potrebbe essere illustrata la Val Pusteria a tutti coloro che ancora non la conoscono. Ed alla scoperta di questo paesaggio naturale, da un lato ancora selvaggio e dall‘altro curato da secoli con grande sacrificio dai contadini di montagna, vi invitano le associazioni turistiche dell‘area vacanze nell‘ambito delle loro escursioni settimanali.
 
Suggerimenti

Giro attorno al Sasso Putia
Punto di partenza: Passo delle Erbe (2.006 m)
Punto d'arrivo: Passo delle Erbe
Segnavia: 8a, 4, 35, 8b
Lunghezza del percorso totale: 13 km
Tempo di percorrenza totale: 4-5 ore
Dislivello: 630 m
Grado di difficoltà: medio
Itinerario: dal parcheggio al passo delle Erbe si giunge al versante occidentale del Sasso Pütia, passando per i prati di Campaccio. Si sale quindi alla forcella del Pütia (2.357 m). Dopo un breve e ripido tratto in discesa, in un leggero saliscendi per i prati del Pütia, si giunge al passo Göma (2.111 m ). Si prosegue attraverso boschi, distese di mughi e pascoli fino ai prati di Campaccio per poi fare ritorno al punto di partenza
Possibilità di ristoro: albergo alpino Ütia de Börz (tel. +39 0474 520066), baita Cir (tel. +39 347 8429300), baita Munt de Fornella (tel. +39 335 6166673), baita Vaciara (tel. +39 339 7026003), baita Göma (tel. +39 347 4186136).

Monte Nalle e Montone
Punto di partenza: Rasun di Sopra
Punto d'arrivo: Rasun di Sopra
Segnavia: 4
Lunghezza del percorso totale: 18 km
Tempo di percorrenza totale: 7-8 ore
Dislivello: 1.450 m
Grado di difficoltà: difficile
Itinerario: da Rasun di Sopra si va al maso Burgfrieden e si sale per il bosco (segn. 4), passando i piani di Ameis, o per comodità, seguendo la strada forestale attraverso Redensberg finchè si raggiungono le malghe Redensberg e Aschbach. Poi ci si spinge verso il monte Nalle (segn. 4) e si passa il Montone (Rammelstein). Si ritorna sullo stesso percorso.