La Società Impianti Funiviari Allo Stelvio di Umberto Pagani mette a disposizione delle squadre azzurre piste ben preparate anche in questa delicata fase della stagione, in cui è difficile trovare pendii in grado di accogliere gli allenamenti. Inoltre la collaborazione con la stazione sciistica permetterà anche ad altre realtà della Federazione come comitati e sci club di usufruire delle piste del ghiacciaio.

Alla quattro giorni sugli sci corti parteciperà quindi Lisa Agerer, dominatrice della scorsa stagione di Coppa Europa in cui ha stravinto sia la classifica generale che quelle di gigante e discesa e raccolto i primi importanti piazzamenti in Coppa del mondo fra le porte larghe, entrando nel secondo gruppo di merito. "Sinora abbiamo fatto buoni allenamenti a secco sia in Toscana che in Romagna - spiega la ventenne forestale nativa di Nauders -. I test in gruppo sono sempre utili perchè consentono di confrontarti e stimolarti a vicenda con le compagne di squadra. L'obiettivo è quello di arrivare con una solida base di preparazione fisica alle due trasferte in Sudamerica, personalmente avrò la fortuna di fare il viaggio sia in Argentina a luglio che in Cile a settembre".

Dopo le finali di Schladming di metà marzo, Lisa ha messo gli sci ai piedi soltanto un paio di volte. "Dovevo sperimentare nuovi particolari sugli scarponi - racconta -, però mi è bastato per capire che gli sci nuovi di gigante non sono poi così diversi da come ce li aspettavamo. Sullo Stelvio mi allenerò tre giorni con le specialiste dello slalom, mi concentrerò sull'addestramento, facendo tanti ciuffetti. Sarà un allenamento utile anche per le altre specialità, supercombinata compresa. L'anno prossimo vorrei fare un altro bel salto di qualità in gigante, ma non dimenticherò la velocità. Ho il posto fisso in discesa, per cui non avrò l'obbligo di dovere prendere parte a ogni gara, valuterò volta per volta la soluzione migliore".