Sia che abbiate appena iniziato a sciare, sia che pratichiate le piste da anni, è probabile che all'inizio di ogni stagione vi chiediate: "E' il caso di continuare a noleggiare l'attrezzatura, o è arrivato il momento di comprarla?". Ottima domanda, anche perché entrambe le scelte hanno i loro vantaggi.

Uno dei primi aspetti da considerare prima di acquistare equipaggiamento nuovo è quante volte pensate di andare a sciare nella stagione. Se avete in programma meno di 10 giorni sulle piste, allora conviene il noleggio. I pacchetti per sciatori principianti partono da 15 euro al giorno e comprendono sci, scarponi e bastoni. Esistono offerte speciali per il weekend e per le settimane bianche, per gruppi e per famiglie, oppure promozioni elaborate dagli hotel o dalle località sciistiche. Per noleggiare sci, scarponi e bastoni di gamma "top" in genere arriva a spendere da 30 euro in su (prezzo per il noleggio di un giorno).

Un'altra ragione che può spingervi al noleggio piuttosto che all'acquisto è la velocità con cui la tecnologia si evolve. Da un anno all'altro gli sci possono subire cambiamenti radicali: i modelli che oggi sono all'avanguardia, tra pochissimi anni (se non mesi) saranno già sorpassati. Con il noleggio potete invece permettervi di utilizzare sempre le ultime novità.

Se avete deciso di noleggiare e andrete sulle piste in un periodo di punta, come ad esempio le vacanze natalizie, vi consigliamo di prenotare in anticipo sci, bastoni, scarponi o altro direttamente nella stazione sciistica. Viaggerete senza l'ingombro dell'attrezzatura e la ritirerete una volta giunti in montagna; alcuni noleggiatori ve la fanno addirittura trovare in albergo. Un'altra buona argomentazione in favore del noleggio presso la località sciistica - piuttosto che vicino a casa - è nella comodità di gestione degli inconvenienti. Capita, infatti, che l'attrezzatura presenti dei difetti, oppure che si rompa durante l'uso: in questo modo vi sarà possibile sostituirla.

A chi scia più di due settimane ogni inverno conviene invece l'acquisto, così come a chi si è innamorato di un particolare tipo di sci e non intende accontentarsi di altro, se quel modello non fosse disponibile per il noleggio. Sui propri sci, inoltre, è possibile intervenire con accorgimenti e migliorie, impossibili da apportare su materiale in affitto.

Certo, vi dovrete occupare in prima persona della loro cura (la vostra performance sulle piste risentirebbe di uno scarso livello di manutenzione...) e del trasporto, il che significa dotare l'auto di portasci o - in caso di viaggio con mezzi pubblici - essere pronti a pagare un sovrapprezzo sul biglietto.

Stesso discorso per quanto riguarda la preparazione ed eventuali riparazioni: sarà completamente a vostro carico. Se non ve la sentite di occuparvi personalmente di operazioni come la regolazione degli attacchi, la sciolinatura, il tuning delle lamine, la riparazione delle solette, dovrete rivolgervi ad un laboratorio specializzato. I costi variano a seconda dell'intervento richiesto, dello skiman e dell'urgenza.

Un'ulteriore argomentazione a sfavore dell'acquisto è la possibilità di furto. Oltre a rabbia e dispiacere, se vi rubano gli sci rischiate di passare la vacanza a districarvi tra denunce e la ricerca di sci a noleggio.

I periodi migliori per procedere all'acquisto sono fine inverno o fine estate / inizio autunno: approfitterete delle offerte speciali che i negozi fanno per lasciare posto ai nuovi modelli in arrivo. Anche gli sci usati per i "demo" o per i noleggi rappresentano un buon affare: con un po' di fortuna potreste aggiudicarvi un paio di sci super recenti e usati pochissimo.

Assicuratevi che il negozio o il rivenditore al quale avete deciso di rivolgervi offra garanzie sul materiale, e anche la possibilità di ripararlo. L'ideale è un negozio specializzato, con personale in grado di aiutarvi e di seguirvi nella scelta.