Scegliete 'La Regina delle Dolomiti' per neve, shopping e un tocco di mondanità. Cortina offre impianti e attrezzatura di prim'ordine in un palcoscenico di rara bellezza.    

Ecco cinque buoni motivi, secondo On The Snow, per visitare Cortina:

1. Pinnacoli e Guglie: il fascino naturale delle Dolomiti

Dichiarate Patrimonio Naturale dell'Umanità  dall' UNESCO e considerate uno tra i più attraenti paesaggi montani al mondo, queste vette, hanno un fascino intrinseco dato dalla particolare forma delle rocce: pinnacoli, guglie e torri svettano in contrasto con le superfici orizzontali di cenge, balze e altipiani. Il nome delle Dolomiti deriva da Déodat de Dolomieu, che nella seconda metà del Settecento ne definì la particolare composizione rocciosa, la dolomia.

il fascino naturale delle Dolomiti

Dolomiti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Già questa da sola potrebbe essere un'ottima ragione per andare a Cortina. Ma, ovviamente, il panorama naturale in cui giace la Regina delle Dolomiti, e la varietà di sport da praticare non sono da meno: dallo sci classico, lungo piste e tracciati percorsi da atleti famosi a livello mondiale, a quello nordico, con le sue piste mappate su GPS, una prima assoluta per l'Italia. E poi ci sono scoperte come il K-track, cioè pedalare sulla neve grazie a un kit in grado di trasformare la mountain bike in una snow-bike per salire e scendere lungo i pendii innevati. 

2. Abbandonarsi nello splendore dell'Hotel Cristallo

Inaugurato nel 1901, il Cristallo Hotel Spa & Golf, è una storica struttura cinque stelle Lusso, e ovviamente vanta tra gli ospiti affezionati molte tra le personalità più significative del ‘900. Per i suoi primi 110 anni l'antico palazzo è stato completamente ristrutturato seguendo il gusto neoclassico nordico di Gustavo II di Svezia. Per entrare nella sua atmosfera provate la settimana ‘Neve e relax', sette giorni di benessere (e skipass incluso).

Cristallo Hotel Spa & Golf

Hotel Cristallo Spa & Golf, Cortina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uno stile unico e uno charme raffinato pervade tutte le 74 camere (tra cui 22 suite), ognuna diversa dall'altra, mentre le due suite presidenziali (Frank Sinatra e Peter Sellers) sono veri e propri appartamenti con hammam interno. Una piscina coperta affacciata sulle Tofane e il Transvital Swiss Beauty Center completano un'offerta che non per niente è punto di riferimento del jet-set di ieri e oggi. Un luogo tra mito e leggenda. 

3. Scoprire le gioie della cucina ampezzana

Come ogni destinazione alpina, anche Cortina vi prenderà per la gola. Cortina racchiude in sé tutti i sapori del Veneto e del Tirolo. Il piatto ampezzano più noto e tipico è quello dei casunziei, ravioli a forma di mezza luna ripieni di rape (rossi) o con spinaci o erbe locali (Verdi).. E poi ci sono i canederli, polpette di pane tagliato a dadini e impastato con speck o spinaci, da servire in brodo o con burro fuso. Dalla cucina veneta possiamo trovare i piatti a base di polenta. Per i golosi: strudel di mele, torte sacher e costrate con frutti di bosco. La cucina di Graziano Prest al Tivoli, ai piedi delle Tofane, è considerata una delle migliori di Cortina. Oltre alla selvaggina e all'agnello dell'Alpago qui stranamente trionfa il mare: gamberetti, crostacei e astice giungono freschissimi ogni giorno dalle vicine Venezia e Chioggia.

Rifugio Averau (Foto: DG Bandion)

Rifugio Averau, Cortina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dall'estate 2011 ha aperto l'ingresso anche ai non soci il ristorante super chic del Club House, nello scenografico chalet di montagna, cuore del Cortina Golf. Mentre per una cena tra le nuvole è da provare il Rifugio Averau e l'ottima cucina dei gestori Sandro e Paola: il Sunday Time l'ha inserito nel novero dei dieci migliori ristoranti di montagna. Per gli appassionati d'arte, da non perdere l'opportunità di provare sette piatti in sette rifugi diversi. I piatti sono tutte creazioni del laboratorio di Pio Alverà, artista del vetro mentre le prelibatezze sono tutte della cucina d'alta quota. Per saziare occhi e palato.

4. Vivere il glam della Dolce Vita

Cortina è da sempre sulla mappa dei VIP. Spesso scelta da registi e sceneggiatori come set per i loro film, nella conca fatata delle Dolomiti si sono visti Ernest Hemingway, habitué di Cortina riposava all'Hotel de la Poste, e Brigitte Bardot alle prese con il curling sulle piste ghiacciate. Di Cortina si sono innamorati Goethe, Mario Rigoni Stern e Le Corbusier. Oggi ci vanno politici, scrittori, giornalisti e imprenditori, atleti e artisti. Ci andava Indro Montanelli e ci va Riccardo Muti. Mentre si dice che Marta Marzotto abbia Cortina come secondo ‘cognome'.

Per vivere al meglio il momento dell'après-ski l'ideale è sorseggiare un bicchiere di prosecco o uno spritz, osservando discretamente il va e vieni nei locali più esclusivi. E lo shopping? Cortina è la destinazione vacanziera più fashion d'Italia, passeggiando in Corso Italia potrete cogliere in anticipo i nuovi trend delle prossime stagioni.

5. Sposarsi con gli sci ai piedi

E se fino ad oggi avete temporeggiato, ora un motivo per cambiare idea potrebbe essere quello di potervi sposare a Cortina: una location d'eccezione. Tutto il network impegnato nel progetto Sposarsi a Cortina, renderà il vostro sì veramente unico.

Matrimoni Cortina (Foto: Stefano Zardini)

Matrimoni Cortina (DGBandion)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scegliete tra le slitte sulla neve, a prova di privacy in una baita sperduta con terrazzo a 2.223 metri di altidudine, la cerimonia al tramonto sul terrazzo di un rifugio davanti l'enrosadira (il fenomeno per cui alcune cime assumono un colore rossastro, che passa gradatamente al viola) e poi il bagno sotto il cielo stellato nella vasca di legno riscaldata davanti al rifugio, oppure, per restare prettamente in tema con il luogo, una festa a tutto sport con gli sposi con gli sci ai piedi.

Sportivo e avventuroso, panoramico e suggestivo, tradizionale e romantico con l'arrivo all'elegante Sala Consiliare del Municipio in carrozza. E se lo preferite chic ed elegante il Franceschi Park Hotel può allestire per l'occasione l'ampio giardino con un'imponente cascata di ghiaccio. Vi abbiamo convinto?

Qualche dettaglio su Cortina:

Posizionata in una delle valli più soleggiate delle Alpi, sede della prima Olimpiade italiana nel 1956, Cortina d'Ampezzo vanta numerose strutture per la pratica degli sport invernali, attrezzature di prim'ordine e un'offerta notevole: 38 impianti di risalita, 70 piste, 6 scuole di sci e 300 gatti delle nevi. Il centro in provincia di Belluno, fa parte del carosello sciistico Dolomiti Superski con 1.220 chilometri di piste, 450 impianti di risalita e percorsi di fama internazionale come l'Olympia delle Tofane.

Per chi ama lo sci di fondo, il centro principale si trova nel Fiames Sport Nordic Center, e Cortina è uno dei 12 comprensori del carosello Dolomiti Nordicski. Il posto ideale per curling, snowkite, snowboard, sci ripido e sci estremo. La ‘regina delle Dolomiti' regna sovrana nel Parco Naturale Dolomiti d'Ampezzo e la straordinaria posizione, adagiata in una conca dalla forma circolare e incastonata da quattro valichi, ne ha fatto un palcoscenico naturale di rara bellezza.

Le cime d'Ampezzo, di cui sei oltre i 3.000 metri, sono maestose anche e soprattutto per il loro colore chiaro dalle sfumature rosate e monumentali al punto da sembrare modellate architettonicamente. Cortina: una location tra Dolce Vita e un'elegante understatement contemporaneo.